Il corpo e l'architettura - Eni
News

Il corpo e l’architettura

In occasione del Faculty Day presso la ENI Corporate University, il fondatore di TUNED, Davide Ruzzon, racconta il rapporto dell’emozione nei gesti e il mondo digitale.

Nell’epoca del digitale, l’eccessivo utilizzo di apparecchi tecnologici ha effetti sulla nostra capacità immaginativa. Nel corso delle interazioni digitali, per questo motivo, l’ambiente fisico che ci circonda, dialogando con il corpo, assume una rilevanza cruciale. Grazie alla progettazione dello spazio, è possibile creare delle atmosfere equilibrate e coerenti con le nostre aspettative emotive, in grado di coinvolgerci in profondità e, quindi, di innescare la capacità immaginativa.