la nascita del brief

Le memorie custodite nel corpo vengono tradotte in segni e forme, materie e luci, nello spazio dell’architettura, attraverso l’interpretazione delle mappe neuronali che registrano il corpo nei suoi movimenti

le mappe neuronali diventano indicazioni progettuali

metafora
sensori-motoria?

Vengono così selezionate le metafore sensi - motorie.

come avviene il passaggio da mappe neuronali a indicazioni progettuali?

Le modalità per costruire il passaggio della metafora sensorimotoria all’architettura per permettere di sviluppare una simulazione incarnata possono essere sintetizzate in quattro fasi:

A. Analisi delle modifiche dei recettori del corpo umano B. Individuazione degli elementi architettonici associati ai recettori.

simulazione
incarnata?

esempio:

Un luogo in cui crescere:
la scuola.

il salto.

Il Brief e le Certificazioni

TUNED Brief & Certificates
Codice Elenco delle attività Brief TUNEDfine TUNEDplus
A1 Studio Ambito di Intervento
A2 Analisi del programma funzionale
A3 Definizione dei Cluster interni al progetto
A4 Selezione dei Sentimenti di Fondo da associare ai singoli Clusters
A5 Associazione delle Metafore Sensori Motorie (MSM) e Stati Omeostatici (SO) ai Sentimenti di Fondo
A6a TUNING IN Analisi fisiologiche delle MSM e SO: analisi entero, proprio e esterocettive
A6b TUNING IN Analisi fisiologiche delle MSM e SO: suddivisione in fasi e focus sulle metafore elementari
Test DOXA
DOXA/Gruppo Campione: attraverso Focus Group e/o Sondaggi OnLine su preferenze implicite ed esplicite
B1 TUNING IN + Regolazione delle Analisi Fisiologiche Post DOXA
B2a Configurazione dei Clusters di progetto: individuzione dei percorsi e delle traiettorie principali
B2b Configurazione dei Clusters architettonici: suddivisione dei Cluster in nuclei, secondo le fasi indicate A6 b
B2c TUNING OUT BASIC: per ogni nucleo, indicazioni su topologia, geometria, prossemica, intensità e flusso della luce
B2d TUNING OUT FINE: per ogni nucleo, indicazioni su materiali, ritmo, colore, texture, suoni ed odori
B3 Selezione del Brief GUIDA: realizzazione SCHEMA grafico per rendere coerente l’immagine pubblica del progetto
B4 Utilizzo dello SCHEMA per regolare relazioni 3D tra i cluster di progetto nell’ambito di intervento A1
B5 Redazione delle matrici e delle Grafiche per ogni Cluster di Progetto
C1 Assistenza allo sviluppo del progetto preliminare ed esecutivo
C2 Assistenza alla Direzione dei Lavori
Test
Analisi con metodiche neuroscientifiche delle condizioni di partenza del Gruppo Campione: MAAS, SART
Test
Analisi metodiche neuroscientifiche del Brief Progetto Finale sul Gruppo Campione: Virtual Reality and EEG + test
POE1
Post Occupancy Evaluation: Test DOXA su campione utenti reali dello spazio realizzato con Focus Group e Sondaggio On Line su preferenze esplicite/implicite
POE2
Post Occupancy Evaluation: Somministrazione con tecniche e metodiche neuroscientifiche di test valutativi MAAS, SART su utenti reali dello spazio
POE3
Post Occupancy Evaluation: analisi con EEG delle risposte degli utenti alla percezione reale dello spazio realizzato
TUNED Brief & Certificates
Codice Elenco delle attività
A1 Studio Ambito di Intervento
A2 Analisi del programma funzionale
A3 Definizione dei Cluster interni al progetto
A4 Selezione dei Sentimenti di Fondo da associare ai singoli Clusters
A5 Associazione delle Metafore Sensori Motorie (MSM) e Stati Omeostatici (SO) ai Sentimenti di Fondo
A6a TUNING IN Analisi fisiologiche delle MSM e SO: analisi entero, proprio e esterocettive
A6b TUNING IN Analisi fisiologiche delle MSM e SO: suddivisione in fasi e focus sulle metafore elementari
Test DOXA
DOXA/Gruppo Campione: attraverso Focus Group e/o Sondaggi OnLine su preferenze implicite ed esplicite
B1 TUNING IN + Regolazione delle Analisi Fisiologiche Post DOXA
B2a Configurazione dei Clusters di progetto: individuzione dei percorsi e delle traiettorie principali
B2b Configurazione dei Clusters architettonici: suddivisione dei Cluster in nuclei, secondo le fasi indicate A6 b
B2c TUNING OUT BASIC: per ogni nucleo, indicazioni su topologia, geometria, prossemica, intensità e flusso della luce
B2d TUNING OUT FINE: per ogni nucleo, indicazioni su materiali, ritmo, colore, texture, suoni ed odori
B3 Selezione del Brief GUIDA: realizzazione SCHEMA grafico per rendere coerente l’immagine pubblica del progetto
B4 Utilizzo dello SCHEMA per regolare relazioni 3D tra i cluster di progetto nell’ambito di intervento A1
B5 Redazione delle matrici e delle Grafiche per ogni Cluster di Progetto
C1 Assistenza allo sviluppo del progetto preliminare ed esecutivo
C2 Assistenza alla Direzione dei Lavori
Test
Analisi con metodiche neuroscientifiche delle condizioni di partenza del Gruppo Campione: MAAS, SART
Test
Analisi metodiche neuroscientifiche del Brief Progetto Finale sul Gruppo Campione: Virtual Reality and EEG + test
POE1
Post Occupancy Evaluation: Test DOXA su campione utenti reali dello spazio realizzato con Focus Group e Sondaggio On Line su preferenze esplicite/implicite
POE2
Post Occupancy Evaluation: Somministrazione con tecniche e metodiche neuroscientifiche di test valutativi MAAS, SART su utenti reali dello spazio
POE3
Post Occupancy Evaluation: analisi con EEG delle risposte degli utenti alla percezione reale dello spazio realizzato
TUNED Brief & Certificates
Codice Brief TUNEDfine TUNEDplus
A1
A2
A3
A4
A5
A6a
A6b
Test DOXA
B1
B2a
B2b
B2c
B2d
B3
B4
B5
C1
C2
Test
Test
POE1
POE2
POE3